mausoleo-di-galla-placidia

La liturgia funeraria antica nei mosaici del Mausoleo di Galla Placidia

Venerdì 3 dicembre – ore 20:45

Presentazione del volume: La liturgia funeraria antica nei mosaici del Mausoleo di Galla Placidia
di Emanuela PENNI (edizioni del Girasole).

Dialogano con l’autrice il vescovo, mons. Livio CORAZZA, Gabriele ZELLI e don Carlo GUARDIGLI.

Le scene funerarie del Mausoleo di Galla Placidia di Ravenna, il cui significato è magistralmente illuminato da questo nuovo studio della prof.ssa Emanuela Penni, fanno respirare un clima sereno, consolato e pieno di speranza. I mirabili mosaici che riempiono le pareti, il soffitto e la cupola, sono finestre aperte sull’eterno. Non c’è traccia di una percezione drammatica della morte, per quanto le scene siano meste e solenni; è assente il senso della tragedia, che talvolta avvolge il momento supremo e connota il lutto. […] Educata dal grandissimo sant’Ambrogio, nobilitata da un carattere e un ambiente di grande raffinatezza, Galla Placidia affrontava l’esito dell’esistenza terrena con la serena consapevolezza di una chiamata alla vita senza fine: all’incontro con il buon Pastore, all’ingresso nella Chiesa celeste. […] I mosaici del Mausoleo ravennate sono come un “rituale” che raffigura le diverse fasi della liturgia cristiana del commiato: la domanda di purificazione e perdono a Dio durante la processione funebre e davanti al sepolcro del defunto…(dalla prefazione di don Erio Castellucci)

Emanuela Penni si è laureata in Lettere Classiche a Bologna con tesi su Sant’Apollinare Nuovo. Insegna nelle scuole medie superiori e all’Istituto Superiore di Scienze religiose delle Diocesi di Ravenna, Cesena, Imola, Faenza, Forli. Ha partecipato a numerose campagne di scavo. Tra le sue pubblicazioni: La Basilica di Sant’Apollinare Nuovo di Ravenna attraverso i secoli (2004), L’arianesimo nei mosaici di Ravenna (2011), La liturgia diventa arte: il Battistero Neoniano e la Cattedra di Massimiano a Ravenna (2017), Dante e i mosaici di Torcello (2019).

Ricordiamo che è obbligatoria la prenotazione (tramite questo LINK o telefonando al 3292986212). In ottemperanza alle normative per il contenimento della diffusione del Covid 19 è richiesto il Green Pass per poter accedere alla sala. All’interno è obbligatorio l’uso della mascherina.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
error: Content is protected !!